domenica 20 aprile 2014

Buona Pasqua!

La Pasqua ci ha accolti con una colomba bianca fuori casa.


Vergognosamente in ritardo sulla decorazione delle uova (quest'anno mi sono svegliata un po' tardi a tenere da parte i gusci... e ci siamo ridotte all'ultimo per dipingerle), abbiamo rimediato questa mattina, tra una pennellata e una cucchiaiata di ragù vegetale per le lasagne da portare dai parenti per pranzo.




Buona Pasqua di serenità, per chi ci crede e chi no.

martedì 15 aprile 2014

Una giornata storta (o forse no?)

(attenzione: questo post è in parte uno sfogo)

Oggi non è stata proprio una gran giornata. Anzi, a dirla tutta, mi sono presa una inc@**@#ura (chiedo perdono, non amo le parolacce ma quando ci vuole ci vuole) che non ricordo da tempo. Robe di lavoro, con cui non voglio tediare nessuno. Robe che ti fanno rendere conto di quanta maleducazione e furbizia (in senso negativo, giusto per non chiamarla disonestà) ci siano in giro. E temo che la cosa non finisca qui, ma questo lo saprò solo tra un po' di tempo.

Questo episodio però, che mi ha suscitato tanto schifo e che rappresenta pur sempre un'occasione lavorativa in meno, non è forse stato così negativo. E' stato una molla che mi ha spinto a guardarmi intorno e apprezzare tutto quello di bello che mi circonda, cose che spesso, presa dalle routine quotidiane, do per scontate. Mi ha dato la carica per affrontare con più energia altre questioni, che meritano maggiore attenzione. E, cosa non meno importante, mi ha evitato di avere a che fare ulteriormente con una persona con cui non credo di voler avere a che fare, visto il comportamento che ha avuto.

E così, visto che ultimamente il lavoro mi sta assorbendo troppe energie e che oggi, no, non ho proprio voglia, ho deciso di regalarmi una serata sul divano con una bella tazza di tè e un buon libro, quello scritto dal mio compagno di università che ho comprato con vergognoso ritardo, invece che starmene ancora una volta davanti al computer a lavorare.



Buona serata!

sabato 12 aprile 2014

(poche parole)

(Oggi lascio parlare le foto, che in questo periodo - complice la mancanza di tempo - mi aiutano ad esprimermi meglio delle parole. Poche immagini per raccontare qualche momento dei giorni passati.)

Un compleanno, con quattro candeline

 Una festa, con tante bandierine

Una bicicletta nuova, e tante, tante pedalate!

Un soffione, nato in un bicchierino d'acqua da un dente di leone sfiorito

...e tanti soffioni nei prati!

venerdì 4 aprile 2014

Quattro

Era la notte di Pasqua, e io spingevo, spingevo con una forza che non sapevo di avere, urlavo con una voce che non conoscevo.
Di sottofondo, le note di La donna cannone.

Alle 00.18 sei nata tu, la più bella sorpresa mai uscita da un uovo di Pasqua.
Eri piccola, con una buffissima testa a punta. Eri perfetta. Ciò che di più bello abbia mai visto.

Sono passati quattro anni, ma mi commuovo ancora e La donna cannone non sono più riuscita ad ascoltarla, piango troppo.

Auguri mia piccola grande Meraviglia, che la vita ti doni le più belle cose.



E con le mani amore per le mani ti prenderò
E senza dire parole nel mio cuore ti porterò
E non avrò paura se non sarò bella come dici tu
Ma voleremo in cielo in carne e ossa
Non torneremo più
 
 
 
 
(Ho scoperto poi che anche De Gregori è nato il 4 aprile. Coincidenze...)

venerdì 28 marzo 2014

Alla Fiera di Bologna

Anche quest'anno sono stata - per lavoro - alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna. Non era la prima volta che ci andavo, e sapevo quindi cosa aspettarmi. Ciononostante resto sempre incantata quando mi trovo in mezzo a tutti quegli stand pieni di libri per bambini, uno più bello dell'altro - tanti anche brutti, diciamocelo - provenienti da tutto il mondo.



 (Foto scattate di corsa con il telefonino, sigh)


Quest'anno, però, ho cercato di essere impassibile: avevo degli appuntamenti, e non mi sono lasciata distrarre da altro (si fa per dire). In verità, mentre cercavo di non perdermi tra un padiglione e l'altro, di occhiate ne ho lanciate tante, e ho adocchiato tante cose carine. La cosa più difficile è stata trattenermi e non tornare a casa con una borsa strapiena come l'anno scorso. Mi sono limitata (sono stata bravissima!) a un libro solo - di cui mi riprometto di scrivere a breve - e a una lente psichedelica! che in realtà avrei voluto comprare per me, ma ovviamente, e come ben già sapevo, la Pollastra mi ha sequestrato.


Il mio punto preferito della fiera è senza dubbio l'esposizione degli illustratori, che si incontra poco oltre l'ingresso ma che mi tengo sempre per ultima. Quest'anno in realtà non sono riuscita a godermela molto e a soffermarmi sulle opere presentate (andavo un po' di fretta per paura di perdere il treno, anche se poi sono arrivata in stazione con fin troppo largo anticipo), ma sono stata felicissima di trovare esposte delle opere di Satoe Tone, vincitrice del Premio Internazionale d'Illustrazione 2013. Conoscevo già questa autrice perchè tempo fa con la Pollastra abbiamo scoperto per caso in biblioteca un suo libro, Il mio migliore amico (Kite edizioni), una storia molto carina con illustrazioni a dir poco incantevoli, dei veri e propri gioiellini cesellati con tanta cura e sapienza. Ma lascio parlare le foto (ahimè, sempre di cattiva qualità e che non rendono giustizia all'opera di questa bravissima illustratrice - me ne scuso! - ma di certo su Internet se ne troveranno di migliori, per chi è interessato).



martedì 18 marzo 2014

Momenti di primavera

Adoro gli alberi in fiore, così carichi di splendore e di profumo e di nuova vita.




Adoro il cielo azzurro, che consegna tanta serenità e speranza.



E adoro sdraiarmi nell'erba.

venerdì 14 marzo 2014

Con il sole è tutta un'altra cosa

Finalmente è arrivato, il sole. L'inverno - se così lo possiamo chiamare - quest'anno mi ha fatto penare, cosa grigia e piovosa in cui il mio umore si specchiava alla grande. Ma ora, pare, se n'è andato.


E in questi giorni decisamente primaverili il mio umore si è risvegliato di pari passo con la natura. Sento un'esplosione di energia, di ottimismo, di voglia di fare. Sento la gioia per le più piccole cose, come l'uccellino che mi fa compagnia con il suo cinguettio mentro lavoro al computer.



Con il sole è tutta un'altra cosa.